Per fare in modo che questo capolavoro della natura non si perda nel dimenticatoio superato dagli yogurt indistriali spedisco, a chi lo desidera, gli straordinari grani di Kefir ricchi di fermenti lattici vivi e vitali per fare in casa il migliore e più completo yogurt del mondo!
Scrivimi all'indirizzo lologi26@gmail.com, e te ne spedirò volentieri!




























































































































































































































































































































































































































































































































































































































 

Da un po' di tempo ricevo molte domande sul Kefir e la sua produzione. Le riporterò qui di seguito, in modo che possano essere utili a tutti. Clicca sulla domanda per leggere la risposta.
 
  1. Vorrei anche io i grani di Kefir, cosa devo fare?
  2. Sono intollerante al lattosio, posso bere il Kefir?
  3. Ma i fermenti non rischiano di morire durante il viaggio?
  4. Quali passaggi dovrò fare quando mi arriveranno i grani a casa?
  5. I grani mi sono arrivati ma la busta era tutta bagnata e il latte era fuoriuscito, è normale?
  6. Come capisco se i miei grani di Kefir sono morti?
  7. Il caldo o il freddo eccessivi possono essere dannosi per i grani?
  8. Quando cambio il latte posso versare il latte freddo di frigo sui grani o è meglio a temperatura ambiente?
  9. Posso/devo usare la yogurtiera per preparare il Kefir?
  10. Il kefir (di latte o acqua) contiene glutine?
  11. Per fare il Kefir posso usare il latte ad alta digeribilità (delattosato, ovvero senza lattosio)?
  12. Qual è la proporzione giusta tra latte e grani?
  13. Perchè non è consigliabile mangiare la prima e la seconda produzione?
  14. Il latte "crudo" è un latte ricco di nutrienti e qualitativamente superiore a qualsiasi latte pastorizato in commercio, perchè lo sconsigli? Invece va bene il latte UHT che è un latte povero che ha perso qualsiasi valore nutritivo, perchè?
  15. Posso fare il Kefir con il latte di Soia o altro latte vegetale?
  16. Ho fatto quello che dovevo, ma dopo 24 ore i miei grani non sono aumentati, perchè?
  17. Quanto ci mettono i grani ad aumentare?
  18. I miei grani hanno una forma strana, forse sono morti?
  19. Tra una produzione e l'altra si possono lavare i grani?
  20. I miei grani si comportano in modo strano, sono lenti, non fermentano il latte e il kefir ottenuto è molto liquido e/o bavoso
  21. Quando filtro i grani e li schiaccio leggermente con il cucchiaio nel colino esce una specie di "bava". Devo lavarli?
  22. Dopo un po' che hai il Kefir in casa può accadere che ci si stanca un po'. Cosa si può fare per arrestare la produzione senza buttare tutti i grani?
  23. Si possono congelare i grani di kefir d’acqua?
  24. Come mai i miei grani dopo 24 ore non hanno fermentato tutto il latte?
  25. Il sapore del Kefir che produco è molto forte, è normale o sbaglio qualcosa?
  26. Il mio Kefir non è bello denso come lo yogurt del supermercato, perchè?
  27. Il Kefir filtrato, se non si mangia subito, come si conserva?
  28. Si possono mangiare i grani di Kefir?
  29. Ho i grani di Kefir da latte, posso farci anche il Kefir d'acqua?
  30. Il mio Kefir d’acqua è sul giallino, invece ho visto dei grani che sono trasparenti, perché?
  31. Posso utilizzare il miele per fare il kefir d’acqua?
  32. Che acqua devo usare per preparare il Kefir d’acqua?
  33. Ho dimenticato cambiare il latte ai grani e sono passati 4 giorni. Adesso sono morti?
  34. I miei grani prima fermentavano il latte più lentamente e adesso invece è fanno prima e lo yogurt è troppo acido (o viceversa), perchè?
  35. Come gestisco i grani d'estate quando le temperature sono troppo alte?
  36. Io ho acquistato le Bustine di Kefir liofilizzato (Biostarter), ma quando filtro non trovo i grani, perché?


 
1. Vorrei anche io i grani di Kefir, cosa devo fare?
Per avere i grani di Kefir di latte o d'acqua mandami una mail all'indirizzo: lologi26@gmail.com, e ti spiegherò come riceverli in breve tempo.
Al momento non posseggo i grani di Kefir d'acqua ma solo quelli di latte, però da quelli di latte potrai facilamente ottenere in breve tempo i grani d'acqua (leggi come).
Per motivi di lavoro non posso consegnare a mano, quindi preferisco spedire.  
1. Sono intollerante al lattosio, posso bere il Kefir?
Io non sono un medico, ma una semplice appassionata. Le mie conoscenze non mi permettono di dare consigli o pareri su un argomento tanto delicato.
Ci sono persone intolleranti che riescono ad assumere Kefir di latte animale, altre envece no. E' una cosa soggettiva, quindi non c'è una regola fissa per tutti.
In alternativa al Kefir di latte animale si può optare per quello fatto con latte vegetale o acqua, in questo caso il fattore lattosio non è più un problema.  
2. Ma i fermenti non rischiano di morire durante il viaggio?
La spedizione è un passaggio molto delicato per i fermenti perchè rischiano di rovinarsi ed inacidirsi. Molti la effettuano come se spedissero un oggetto, ma non è così semplice.

I fermenti del Kefir non risentono assolutamente del viaggio se (e solo se) vengono garantite alcune condizioni igieniche e di imballaggio, che trovi scritte quì. I grani che spedisco, sono confezionati il giorno stesso della spedizione, con latte fresco sufficiente per garantire la vitalità dei fermenti per giorni. Naturalmente consiglio di buttare la produzione che arriva a casa per sicurezza e perchè sarebbe troppo forte il sapore, visti i lunghi tempi di fermentazione.

Spedisco grani che sono parte di quelli che io utilizzo per il mio Kefir, quindi sono quotidianamente controllati.  
3. Quali passaggi dovrò fare quando mi arriveranno i grani a casa?
Appena ti arrivano i grani fai in questo modo: con il manico pulito di un cucchiaio di legno mescola il contenuto del flacone (per facilitarne l'uscita), poi versalo in un colino di plastica e sempre mescolando delicatamente filtra il Kefir direttamente nel lavandino (tanto va buttato). Non sciacquare i grani, perchè facendolo dilaveresti i fermenti lattici presenti sulla superficie. Poi fai il procedimento classico per la produzione del kefir che puoi leggere dettagliatamente quì.

Anche il secondo giorno butta il Kefir ottenuto (per sicurezza) e dalla terza produzione in poi puoi gustarlo in tutta tranquillità.  
4. I grani mi sono arrivati ma la busta era tutta bagnata e il latte era fuoriuscito, è normale?
Sì, è normale. Spesso non capita ma alle vole può succedere.
I fermenti che abitano i grani di Kefir sono vivi, quindi anche durante i giorni della spedizione loro fermenteranno il latte. Questo processo sprigiona gas aumentando la pressione all’interno del contenitore, quindi potrebbe accadere che una parte di latte fuoriesca dal barattolo. Se dovesse accade non è un problema grave e per quanto io avviti bene il tappo non è una cosa che si possa evitare.
Questo infatti non è di per sé dannoso per i grani, purché ad attenderli alla consegna del postino ci sia qualcuno (ma questo discorso vale ovviamente anche se non capitasse la fuoriuscita del latte) che possa trasferirli nel minor tempo possibile in un contenitore pulito con abbondante latte fresco.
Se all'arrivo del pacco i grani non vengono messi nel latte nuovo potrebbero morire o subire danni irreversibili. Più i grani restano nel barattolo e peggio è.
Io non posso prendermi la responsabilità sui tempi e i modi in cui il pacco viene recapitato, né se c’è qualcuno ad attenderlo all’arrivo a destinazione, grazie però al codice per tracciare il pacco che vi fornisco il giorno della spedizione potrete seguire in tempo reale il tragitto dei grani fino a casa vostra, conoscere il giorno di consegna e organizzarvi in modo da riceverli e sistemarli nel latte nuovo il prima possibile.  
5. Come capisco se i miei grani di Kefir sono morti?
Capire se i fermenti sono vivi o morti è semplicissimo: finchè producono Yogurt è buon sengo, in caso contrario il latte resterebbe semplice latte e fuori dal frigo andrebbe a male in poco tempo facendocene accorgere e dall'odore e dall'aspetto. In oltre nel momento in cui dovessero morire perderebbero consistenza e si sgretolerebbero. I grani senza vita infatti subiscono una degradazione molto veloce riconoscibile molto facilmente.  
5. Il caldo o il freddo eccessivi possono essere dannosi per i grani?
Il caldo sì. I fermenti che popolano i grani sono molto sensibili al calore e per loro è molto pericoloso tanto da ucciderli. Questa, infatti, è la ragione per la quale evito di spedire i grani in estate o quando le temperature sono troppo elevate. Il freddo eccessivo invece non è pericoloso, anzi, mettere in frigo i grani o congelarli sono un'ottimo metodo per rallentare la vitalità dei grani e quindi aumentare o bloccare del tutto il tempo di fermentazione del latte in Kefir. Trovi maggiori informazioni sulla conservazione per brevi o lunghi periodi dei grani quì.  
5. Quando cambio il latte posso versare il latte freddo di frigo sui grani o è meglio a temperatura ambiente?
Si piò usare sia latte a freddo di frigo che a temperatura ambiente sui grani. E’ invece dannoso il latte caldo.  
5. Posso/devo usare la yogurtiera per preparare il Kefir?
No, non occorre la yogurtiera, ma basta un semplice barattolo di vetro (leggi qui), anzi, le temperature calde della yogurtiera potrebbero rivelarsi dannose per i grani.  
5. Il kefir (di latte o acqua) contiene glutine?
No, ma accertati che gli eventuali ingredienti che inserirai nel preparato non ne contengano.  
5. Per fare il Kefir posso usare il latte ad alta digeribilità (delattosato, ovvero senza lattosio)?
No, perché i batteri presenti sui grani si nutrono di zuccheri, compreso il lattosio. Usare un latte che ne è privo rischia di compromettere la vita dei grani. Nel caso dei Kefir d’acqua infatti si aggiunge lo zucchero all’acqua di coltura, ma comunque molti ceppi di batteri vanno inesorabilmente e irrimediabilmente persi, per questo i grani d’acqua e di latte vegetale vanno periodicamente rinnovati.  
7. Qual è la proporzione giusta tra latte e grani?
In genere il rapporto è 1:10, quindi per ogni grammo di grani occorrono 10 gr di latte, però stare lì con la bilancina di precisione a controllare il peso ogni volta non è possibile e comunque i grani non sono così pignoli. Io consiglio uindi un bel bicchiere di latte per ogni cucchiaino di grani. Questa percentuale poi varia molto in base ad altri fattori, ad esempio in estate io metto sempre un po' più di latte del normale perchè viste le temparature più calde i fermenti lavorano piàù velocemente. Idem se so di non poterlo filtrare nel momento della giornata in cui di solito lo filtro. Oppure se lo voglio più dolce... insomma, l'unica cosa è provare e trovare il giusto compromesso. Un po' di latte in più o in meno non crea grossi problemi.  
8. Perchè non è consigliabile mangiare la prima e la seconda produzione?
1- Perchè il Kefir per essere fermentato nel modo giusto deve essere lasciato fermo, invece la spedizione ovviamente è molto movimentata.
2- Perchè sempre a causa del movimento il siero non è eliminabile, quindi il sapore del Kefir è molto forte.
3- Perchè il Kefir per avere il sapore "giusto" deve fermentare 24 ore, invece spesso la spedizione impiega più tempo per arrivare.
4- Perchè il grani di Kefir per "lavorare" hanno bisogno di ossigeno, invece il contenitore per essere spedito deve necessariamente essere chiuso.
5- A causa degli sbalzi di temperatura che potrebbero aver "alterato" i grani e quindi il Kefir prodotto non al top.
6 -Perchè la prudenza non è mai troppa e essendo un alimento a base di latte meglio non correre inutili rischi.

E per ultimo perchè, siccome io non mi fiderei a mangiare il Kefir del viaggio, non vedo perchè debba mangiarllo tu!! :)  
9. Il latte "crudo" è un latte ricco di nutrienti e qualitativamente superiore a qualsiasi latte pastorizato in commercio, perchè lo sconsigli? Invece va bene il latte UHT che è un latte povero che ha perso qualsiasi valore nutritivo, perchè?
Nello specifico io consiglio di non usarlo se non preventivamente bollito, e il motivo è legato al fattore salute e sicurezza, per ridurre il rischio di una eventuale presenza di agenti patogeni che possono essere presenti nel latte non pastorizzato (vedi batterio E.coli).
E' per evitare brutte esperienze, soprattutto ai bambini e ai malati, visto che sono le persone che più frequentemente desiderano consumare Kefir.
Oltretutto una volta contaminati i grani con latte crudo ed eventuali batteri poi non è possibile farli tornare allo stadio iniziale della coltura e andrebbero cestinati (un grande peccato!).

Il mio sito del Kefir è un luogo aperto a tutti e se lasciassi intendere che usare il latte crudo non comporti nessun rischio non solo farei cattiva informazione ma lancerei anche un messaggio sbagliato che potrebbe causare danni.
Quello che scrivo io quindi sono solo linee guida, che si possono seguire o non seguire, ma deve essere sempre una libera scelta consapevole e che non rimandi a mie responsabilità.

In secondo motivo, io sono concorde sul fatto che il latte UHT sia un alimento che ha perso molto, ma io faccio e bevo il Kefir non per i nutrimenti del latte di partenza in uso, bensì per le proprietà che il latte guadagna dopo essere stato digerito e fermentato dai grani, quindi la questione delle proprietà nutritive e della qualità del latte di partenza non ha molta importanza a mio avviso.  
10. Posso fare il Kefir con il latte di Soia o altro latte vegetale?
Sì, il kefir con il latte di soia o latro latte vegetale si può fare ma alla lunga i grani risentono della diversità dei due liquidi e della mancanza di determinati nutrienti, quindi il mio consiglio è di tenere due colture separate: una di latte vaccino e una di soia. In questo modo ciclicamente potrai rinnovare i grani e non rischiare di farli morire.  
11. Ho fatto quello che dovevo, ma dopo 24 ore i miei grani non sono aumentati, perchè?
I grani non si moltiplicano così velocemente. I fermenti sono microscopici e hanno bisogno di tempo e condizioni adeguate per moltiplicarsi e "costruire la loro casa", ovvero il polisaccaride che noi vediamo e cha ha le sembianze di grumi. Deve almeno passare una settimana per riuscire a notare qualcosa, un leggero aumento. In un giorno non raddoppiano di certo, e neanche in una settimana, per questo sono così preziosi. Hanno i ritmi della natura, degli esseri viventi.
Se pianti un seme non puoi pretendere di vedere il fiore il giorno dopo. Porta pazienza, trattali con cura e vedrai che col tempo avrai la casa invasa ;)
Leggi anche la risposta successiva.  
12. Quanto ci mettono i grani ad aumentare?
La velocità con cui si moltiplicano i grani non so stabilirla di preciso perchè non ho mai controllato facendo il calcolo del peso iniziale seguito da pesate intervallate, però di sicuro aumentano, basta solo trattarli bene, cambiare il latte ogni giorno e filtrarli senza dannggiarli troppo. Così, ad occhio, posso dire che nell'arco di 10 giorni raddoppiano il loro volume iiziale e il tutto varia anche se si è in estate o in inverno.  
13. I miei grani hanno una forma strana, forse sono morti?
Voglio chiarire alcune cose in merito all’aspetto dei grani e la loro struttura.
Ricevo molte mail di persone che sono confuse e pensano che se i grani cambiano forma o dimensione allora vuol dire che sono morti e buttano via tutto. No, niente di più sbagliato!!

Innanzitutto i grani (o granuli) non sono animaletti, e non sono neanche vivi.
La parte “viva” del Kefir sono i batteri che, come tali, sono invisibili ad occhio nudo. I grani che noi vediamo sono solo ammassi globulari di un polisaccaride sul quale questi batteri colonizzano e svolgono il loro processo digestivo del latte trasformandolo in Yogurt di Kefir.
Man mano che queste colonie crescono hanno bisogno di più spazio, allora costruiscono da soli il loro terreno di coltura (i grani) per potersi espandere. Naturalmente questa “ costruzione” non ha una struttura predefinita, quindi non segue un progetto ma va avanti liberamente.
Ecco perché col tempo i grani possono mutare ad avere forme diverse: grani piccoli, grani più grossi, a tagliatella o a nastro (piatti e lunghi)..
Anche le dimensioni dipendono dagli stessi fattori, ma il più importante è determinato da come noi maneggiamo i grani durante il filtraggio e il travaso.
Ad esempio se è nostra abitudine schiacciare mescolare energicamente i grani col cucchiaio nel colino avremo grani più piccoli e regolari. Questo perché nel mescolarli quotidianamente li spezziamo (cosa che non è affatto pericolosa per i grani).
Se invece siamo più delicati l’agglomerato del polisaccaride potrebbe restare integro e formare un unico ammasso. In questo caso per comodità, ma non è necessario, lo si può tagliare con le forbici (i grani non essendo vivi non sentono alcun dolore) ed ottenere dei grani più piccoli a nostro piacimento.

Quindi, un cane ha la forma tipica di cane, una farfalla è a forma di farfalla ma i grani, non essendo animali, non hanno forma e si sviluppano come possono e sempre in modo diverso.

Non è né la forma né la dimensione a far stabilire se i grani sono attivi o meno. Gli unici indizi per constatare questo sono:

- l’odore: deve sapere di buono e non di rancido
- il colore: deve essere bianco/giallino e non marrone, verde o altro
- il sapore: che come l’odore deve sapere di buono e non rancido.  
14. Tra una produzione e l'altra si possono lavare i grani?
Io consiglio di non lavare i granuli. Innanzitutto perchè dilaveresti i fermenti e poi perchè il cloro contenuto nell'acqua del rubinetto essendo un disinfettante li ucciderebbe, certo non sarebbe uno sterminio, ma rischiereste di rallentare il processo di fermentazione per parecchi giorni. In caso lo ritieni strettamente necessario (se ti ci cade qualcosa dentro, ad esempio), ti consiglio di sciaquarli con acqua in bottiglia o ancora meglio con del latte fresco. Comunque, siccome i grani si moltiplicano molto velocemente ti consiglio di congelarne sempre una scorta, come scritto quì, e segnare la data sul contenitore. In questo modo semmai dovessero contaminarsi con qualcosa potrete buttarli e prendere quelli congelati.  
15. I miei grani si comportano in modo strano, sono lenti, non fermentano il latte e il kefir ottenuto è molto liquido e/o bavoso
Questo comportamento "strano" dei grani può succedere e accade spesso nella stagione invernale. Naturalmente come tutti gli esseri viventi avvertono il cambiare delle stagioni e sono molto sensibili alle temperature. In questi casi bisogna avere pazienza e aspettare che i grani ritornino attivi come nella norma, oppure, avendo fatto preventivamente una scorta di grani congelati, buttarli e ripartire da quelli nuovi.  
16. Quando filtro i grani e li schiaccio leggermente con il cucchiaio nel colino esce una specie di "bava". Devo lavarli?
No. E' assolutamente normale e per la salute dei fermenti è meglio se i grani non vengono mai lavati.  
17. Dopo un po' che hai il Kefir in casa può accadere che ci si stanca un po'. Cosa si può fare per arrestare la produzione senza buttare tutti i grani?
E' vero, dopo un po' il Kefir può stancare, ma ci sono delle alternative. Per periodi lunghi (più di 10 giorni) è possibile congelare un cucchiaino (o la quantità che desideri) di grani posti in un contenitore con il tappo e con un bicchiere di latte, oppure, per periodi brevi un cucchiaino di grani in un litro di latte, nel solito barattolo che usi abitualmente, riposto in frigo come descritto quì. In questi 2 modi avremo sempre a disposizione una piccola riserva di grani.

Comunque con il Kefir si possono fare anche molti dolci o ricette salate e formaggio.  
17. Si possono congelare i grani di kefir d’acqua?
Sì, certo, come i grani di latte anche i grani di Ferir d’acqua possono essere rallentati in frigo o congelati.  
18. Come mai i miei grani dopo 24 ore non hanno fermentato tutto il latte e si vede del siero, del Kefir ma anche del latte non trasformato?
Può succedere che trascorse le 24 ore il latte non sia del tutto fermentato e sia composto da una parte di Kefir già pronto, una di siero giallino, e una di latte ancora liquido e non digerito.
Intanto bisogna dire che non è nulla di grave, quindi niente panico.
I fattori che possono essere la causa di questo comportamento possono essere diversi: probabilmente può dipendere dal fatto che la quantità di latte è superiore proporzionalmente alla quantità dei grani, e quindi impiegano più tempo per "lavorare". Prova a ridurre la quantità di latte oppure aspetta altre 36/48 ore.
Un altro fattore potrebbe essere che il luogo dove si tiene il barattolo ha una temperatura troppo bassa che rallenta la vitalità dei fermenti. Spostare il barattolo in un luogo un po' più caldo potrebbe essere la soluzione.
Oppure può essere causato dallo stress del viaggio che se hai ricevuto i grani da meno di 10 giorni. Dando una mescolata al Kefir a metà della fermentazione (circa dopo le prime 10-14 ore) potrebbe aiutare i fermenti ad entrarea in contatto con tutto il latte ancora disponibile.  
19. Il sapore del Kefir che produco è molto forte, è normale o sbaglio qualcosa?
Molti mi dicono, la prima volta che lo assaggiano, che è troppo aspro. Questo è ovvio, quindi è meglio aggiustarlo con un po' di zucchero se non si amano i sapori troppo forti.
Volendo si può dolcificare con Stevia, miele, fruttosio, zucchero di canna e si possono aggiungere: sciroppi, frutta fresca o sciroppata, biscotti, cereali, cacao, caffè, zuccherini, frutta secca.. e tutto quello che più piace. L'unica cosa a cui porre attenzione sono le calorie in caso si segua una dieta ipocalorica.  
20. Il mio Kefir non è bello denso come lo yogurt del supermercato, perchè?
Il Kefir non è generalmente denso come uno yogurt di supermercato. Se si allunga di qualche ora la fermentazione potrebbe diventarlo, ma questo ne comprometterebbe il sapore che da delicato diventa più acido. Se questa cosa non dispiace allora si gusterà un Kefir più cremoso.
(Leggere anche la prossima risposta: "Il Kefir filtrato, se non si mangia subito, come si conserva?" per maggiori dettagli sulla questione densità e sapore del Kefir)  
21. Il Kefir filtrato, se non si mangia subito, come si conserva?
Il Kefir filtrato, se non si consuma subito, si più conservare in frigo per qualche giorno, in un contenitore richiudibile.
IMPORTANTE: nel frigo il Kefir continua, anche se lentamente, la sua fermentazione a cusa dei fermenti che restano nello yogurt (quelli che fanno tanto bene alla nostra salute), quindi è bene sapere che nell'arco delle ore e dei giorni successivi il sapore del Kefir diventerà man mano più forte e deciso e anche più frizzantino. Questo processo è naturale e inevitabile (eccetto se lo si songela) e bisogna tenerne conto se non si desidera consumare il Kefir il giorno stesso che lo abbiamo filtrato. Una possibile alternativa è quella di filtrare i grani un po' prima delle classiche 24 ore o aumentare un po' il latte, in questo modo quando lo filtriamo è molto più delicato del normale, e la permanenza in frigo lo farà "maturare" sì, ma senza arrivare ad un gusto troppo forte.  
22. Si possono mangiare i grani di Kefir?
Sì, si possono mangiare tranquillamente. Hanno una consistenza gommosa e poco allettante, ma se non si è schifiltosi non ci sono problemi e anzi, fanno benissimo.  
23. Ho i grani di Kefir da latte, posso farci anche il Kefir d'acqua?
Sì, ma i grani di kefir di latte per poter "lavorare" nell'acqua hanno bisogno di un attento processo di preparazione. Infatti i grani devono adattarsi al nuovo ambiente e il passaggio deve essere graduale per non compromettere i fermenti annidati sui grani.
Questa preparazione è descritta quì.
La trasformazione inversa invece, da acqua a latte, non è possibile.  
23. Il mio Kefir d’acqua è sul giallino, invece ho visto dei grani che sono trasparenti, perché?
Il colore giallino è dato dallo zucchero di canna e dalla frutta secca aggiunta. In ogni caso il colore è irrilevante. Quando il Kefir prodotto è di buon sapore significa che i grani stanno bene.  
23. Il mio Kefir d’acqua è sul giallino, invece ho visto dei grani che sono trasparenti, perché?
Il miele è un potente antibatterico e potrebbe uccidere alcuni ceppi di fermenti. In caso lo si voglia utilizzare aggiungerlo solo a prodotto finito e pronto per essere bevuto.  
23. Il mio Kefir d’acqua è sul giallino, invece ho visto dei grani che sono trasparenti, perché?
Quella che preferisci, purché liscia e senza la presenza di coloro.  
24. Ho dimenticato cambiare il latte ai grani e sono passati 4 giorni. Adesso sono morti?
I fermenti del Kefir prendono il loro nutrimento dallo zucchero presente nel latte. Quando questo questo zucchero è finito i grani daperiscono fino a non produrre più uno yogurt commestibile, riconoscibile dal forte odore acido e dal sapore altrettanto discustoso. Filtra il latte e annusa i grani. Se l'odore è cattivo allora butta tutto, se non sei sicura allora prova a fare un'altra produzione e dopo 24 ore riannusa i grani. Se l'odore non sa di buono significa che il danno è fatto e non si possono più recuperare, altrimenti è andato tutto bene, ma scarta le prossime 2 produzioni per dare tempo ai grani di rigenerarsi.
Se rivuoi i grani contatta me all'indirizzo lologi26@gmail.com o chi te li ha forniti la prima volta.  
25. I miei grani prima fermentavano il latte più lentamente e adesso invece è fanno prima e lo yogurt è troppo acido (o viceversa), perchè?
I fermenti del Kefir subiscono molto il cambiare delle stagioni e delle temperature. In inverno, con la nostra proporzione di latte come d'abitudine, riusciamo ad avere uno yogurt che ci piace, ma piano piano ci accorgiamo che con l'arrivo della primavera il Kefir comincia ad essere più forte di sapore, più frizantino, il latte fermenta prima, i grani si moltiplicano più velocemente e anche il siero è strano. Questo è normale. I fermenti sono più attivi quando le temperature si fanno più calde e quindi lavorano più velocemente digerendo prima il latte che noi diamo loro a disposizione. Per ovviare a questo cambiamento possiamo fare 3 cose:
- Ridurre il tempo di fermetazione di qualche ora; - Aumentare la dose di latte e mantenere invariato il tempo di fermentazione; - Ridurre la quantità di grani e non modificare la quantità di latte o il tempo;

Quale di queste soluzioni adottare è una cosa che si valutare secondo le esigenze e i gusti personali.
In linea generale i cambiamenti sono: aumento della velocità se si va verso la primavera e avviamente un visibile rallentamento se si va verso l'autunno.  
26. Come gestisco i grani d'estate quando le temperature sono troppo alte?
I grani di kefir possono morire con le alte temperature, però se tenuti in casa difficilmente queste possono essere alte a tal punto da ucciderli (in casa non si superano mai i 35°, se poi si ha il condizionatore allora si può stare tranquilli, dove viviamo bene noi, vivono bene anche loro), quindi tenerli al solito posto come di consueto potrebbe essere la soluzione ideale.
Se però, per una qualunque ragione, c'è il rischio di esporli a temperature troppo alte allora delle soluzioni ci sono:
- Tenerli in frigo, sul ripiano più alto e se dopo 24 ore il kefir ancora non è pronto prolungare la fermentazione;
- Trasferire il barattolo all'interno di una borsa frigo (quelle da mare) o una scatola di legno o polistirolo e mettere all'interno un panetto frigo ghiacciato o una bottiglietta d'acqua congelata e chiudere. Abbiate l'accortezza di non far toccare il barattolo con il panetto o la bottiglia.
In questo modo non correrete rischi.
N.B. In entrambi i casi non chiudere mail il tappo del barattolo.  
26. Io ho acquistato le Bustine di Kefir liofilizzato (Biostarter), ma quando filtro non trovo i grani, perché?
Il kefir in questione è appunto Kefir liofilizzato, ovvero yogurt di Kefir al quale è stata tolta la parte d’acqua. Fatto il procedimento descritto nella confezione si ottiene lo yogurt, ma non si formeranno i grani. I grani si ottengono solo dalla moltiplicazione degli stessi.

Tutti i contenuti del mio sito hanno richiesto tempo e attenzione e sono da ritenersi una mia proprietà intellettuale. In caso si desideri utilizzare tali testi su altri siti ne va chiesto espressamente il consenso scritto via mail a questo indirizzo lologi26@gmail.com e va citata la fonte in maniera chiara e leggibile con link di rimando al mio sito.



Tag: cerco grani di kefir, cerco kefir, desidero ricevere i grani di kefir, spedisco kefir, vendo kefir, grani del caucaso, grani di kefir di latte, kefir, d'acqua, cerco grani per yogurt di kefir, fare lo yogurt in casa, ricette con lo yogurt, spedire kefir, spedisce kefir, chefir, Kefiran, chefiran, ricette dolci, qualcuno ha i grani di kefir da regalarmi?, qualcuno ha i grani di kefir da spedirmi? spedisco kefir